sabato 30 aprile 2016

Le persone con i capelli rossi sembrano più giovani? Il segreto è nascosto in un gene

La rivincita dei rossi. Spesso oggetto di scherno, oggi chi ha pelle e capelli rossi può farsi qualche risata consolatoria, soprattutto le donne: scienziati dei Paesi Bassi hanno scoperto il gene che dona il color 'ginger' ha anche la proprietà di mantenere più giovani rispetto a biondi e castani. 



I ricercatori della Erasmus University di Rotterdam hanno infatti studiato il volto di quasi 2.700 olandesi anziani, scoprendo che i portatori di una variante del gene MC1R hanno un aspetto in media di 2 anni più giovane rispetto alla loro vera età. In aggiunta al suo ruolo nel dare il colore rosso a pelle e capelli, l'MC1R svolge anche una funzione in altri processi biologici, come l'infiammazione e la riparazione del Dna, che potrebbe essere il motivo per cui viene collegato a un aspetto giovanile. Lo studio, pubblicato sulla rivista 'Current Biology', è stato messo a punto in modo in modo che l'associazione tra la variante genetica e l'età percepita di ciascun soggetto non fosse influenzata da fattori quali età, sesso, colore della pelle o danni del sole.   
«Per la prima volta - dice Manfred Kayser, uno degli autori, citato dal 'Telegraph' - abbiamo evidenziato un gene che spiega in parte il motivo per cui alcune persone sembrano più vecchie e altre più giovani della loro età». Le immagini facciali frontali e laterali di ciascuno dei 2.693 partecipanti allo studio sono state analizzate da un sistema di valutazione basato su oltre 25 criteri: macchie pigmentate, rughe, tono della pelle e forma del viso. Le informazioni ottenute sono state poi sottoposte a un algoritmo che svela l'età percepita di una persona. L'associazione tra la variante MC1R e l'età percepita messa in evidenza dallo studio della Erasmus University è stata replicata in due coorti indipendenti, fra cui una di 530 donne francesi di mezza età, confermando questo legame. 

Post più popolari